Divisione Ausili

Come posso aiutare mio figlio a recuperare l'autonomia?

Quali miglioramenti potrei ottenere con una nuova carrozzina veramente adatta alle mie esigenze?

Sono vicino al mio primo viaggio all'estero, di che cosa avrò bisogno?

Troverò mai qualcuno in grado di capire realmente le mie esigenze e di aiutarmi nella risoluzione dei miei problemi?



Tutti i giorni affronti una sfida, tutti i giorni un piccolo ostacolo potrebbe diventare insormontabile, quotidianamente lotti per poter essere autonomo senza dover chiedere aiuto.
Per questi motivi ci poniamo al tuo fianco, indirizzandoti verso la corretta strada tramite il nostro Centro di Valutazione Ausili e il nostro servizio di terapia occupazionale.


La terapia occupazionale
Alla base della terapia occupazionale, definita sia come un’arte che come una scienza, vi è la convinzione che la salute fisica e quella psichica possono essere influenzate dalle occupazioni.
La terapia occupazionale, infatti, utilizza il termine occupazione per catturare l’ampiezza ed il significato delle "attività" in cui l’uomo è impegnato e che strutturano la vita di tutti i giorni e contribuiscono alla sua salute e al suo benessere.
Le occupazioni sono fondamentali per l’identità ed il senso di competenza dell’utente (persone, organizzazioni e popolazione) e, oltre ad avere un particolare significato e valore, influenzano la decisione di come passare il proprio tempo.
Pertanto, l'obiettivo primario della terapia occupazionale è quello di permettere alle persone di partecipare o impegnarsi in occupazioni della propria vita quotidiana. Attraverso l’azione sui processi motori, sensoriali e cognitivi, la terapia occupazionale si propone di aiutare il paziente a raggiungere il maggior grado di indipendenza possibile, promuovendo così lo sviluppo di competenze e autonomie che favoriscono il proprio ruolo sociale, la propria autostima e dignità, la salute psicologica e fisica.
Alcune persone possono avere limiti di partecipazione e mancanza di occupazione a causa della mancata corrispondenza tra l’ambiente e le capacità delle persone. A volte si tratta di un’insufficienza causata dalle strutture, altre volte per fattori ambientali di tipo sociale, attitudinale o legislativo. Altre volte è sufficiente la mancanza di un lavoro, ovvero la “disoccupazione”. Lo scopo della terapia occupazione si inserisce in questo discorso al fine di consentire la partecipazione di tutte le persone in occupazioni scelte in base alle proprie esigenze e alla propria volontà. Quando una persona è occupata ed è completamente assorta in un’attività significativa, la sua salute e il suo benessere ne risentono positivamente.
E’ compito del terapista occupazionale guidare la persona nella scelta di tali attività in base alle informazioni raccolte relative al suo ambiente, alla sua condizione familiare, alle sue abilità e ai suoi fabbisogni. Si tratta, in genere, di occupazioni legate alla vita quotidiana come il “cucinare”, legate ad attività terapeutiche ed educative come “lavorare la ceramica”, legate ad attività ludiche come “il gioco degli scacchi”.
Per permettere tutto ciò e aiutare la persona ad impegnarsi nelle sue occupazioni il terapista occupazionale ricorre, là dove necessario, all’utilizzo di ausili per la mobilità, la deambulazione, la postura e la comunicazione (come il computer), tenendo sempre in considerazione quelli che sono gli ambienti nei quali interagisce l’individuo e nei quali è necessario che ci sia un accesso adeguato e privo di ostacoli.

È sulla scia di questa premessa che si fonda il nostro servizio di terapia occupazionale. Quanto appena scritto, infatti, è alla base del lavoro svolto quotidianamente dal nostro team di terapisti occupazionali che, in collaborazione con il paziente, con i suoi familiari e con le figure mediche che lo seguono, guidano il disabile al raggiungimento della più completa autonomia e della massima partecipazione alla vita che lo circonda.

REHA GROUP DIVISIONE AUSILI
© 2016 REHA GROUP ROMA - All right reserverd     concept&web design_p'artners
Facebook Twitter